Angelo Morbelli racconta i paesaggi del Monferrato

Il Percorso Morbelliano ci racconta la storia del Monferrato, e con essa la vita, l’arte, e l’impegno sociale di Angelo Morbelli. Passando per le varie tappe potremo ammirare le suggestive opere e, con esse, la magia dei luoghi senza tempo che ritraggono.
Angelo Morbelli, monferrino di nascita, da sempre legato ai paesaggi collinari della sua terra natia, è stato un celebre pittore divisionista. Oggi le sue opere sono diventate installazioni che collegano le tappe di un incantevole itinerario tra i colli, culminante nell’antico centro di Rosignano Monferrato, facilmente raggiungibile in auto, si trova a mezz’ora da Alessandria, e a soli 10 minuti da Casale.

Angelo Morbelli e il Monferrato

Angelo Morbelli nasce nel 1853 ad Alessandria, in giovane età si avvia agli studi musicali che abbandona a causa di una sordità progressiva; da allora si consacra alla pittura, che lo accompagnerà per tutta la vita. A soli 14 anni frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera, cominciando giovanissimo a esporre a Milano e Torino.
Nonostante la carriera lontana da casa, il Monferrato rimarrà sempre nel cuore del pittore, come testimoniano molte delle sue opere che hanno per soggetto gli inconfondibili profili collinari monferrini: Colline del Monferrato, Un angolo di giardino, Distendendo i panni al sole, Riposo alla Colma, La partita a bocce, Ritorno alla stalla. Queste, per citarne solo alcune, raccontano spaccati di una lontana vita rurale, al tratto di un pennello dall’inconfondibile matrice divisionista. Morbelli comincia ad adottare la tecnica di scomposizione dei colori, arrivando ad abbracciare nel 1890 il Divisionismo. In questo stile pittorico, il colore è distribuito in singoli punti o linee, e genera un particolare effetto ottico. In seno al Divisionismo stringe amicizia con celebri pittori come Giovanni Segantini e Giuseppe Pellizza da Volpedo. Nei suoi ultimi anni si dedica a La Via Crucis del Divisionismo, un diario privato che ruota intorno alla sua vita di artista e alla tecnica divisionista.

angelo morbelli strada monferrato

Il Percorso Morbelliano, un itinerario del Monferrato tra arte e natura

Angelo Morbelli fu autore fecondo, regalando al mondo un patrimonio artistico oggi custodito nelle collezioni di tutto il mondo. Oggi possiamo ammirare le opere in cui Morbelli ritrae i paesaggi collinari del Monferrato Casalese su grandi pannelli, installati lungo le strade della Frazione Colma, intorno a Rosignano Monferrato. Il cuore del percorso è Villa Maria, storica residenza estiva del pittore, in cui abbiamo tuttora uno sguardo intimo sulla vita del pittore: qui possiamo visitare lo studio e il celebre giardino che fu soggetto di diverse sue tele. Il Percorso Morbelliano ci racconta la storia del Monferrato, dei suoi luoghi ancora intatti, gli stessi ritratti da Morbelli; ma anche e soprattutto la vita del pittore, l’evoluzione della sua arte, il suo impegno sociale. Le opere sono in tutto 19, di cui 16 situate nella frazione di Colma e 3 in centro a Rosignano.

Il Percorso Morbelliano è un itinerario originale per esplorare il Monferrato a piedi o in bici. Se state pensando ad una gita fuori porta all’insegna dell’arte, della natura, e (perché no?) dei sapori monferrini, vi suggeriamo una visita a Rosignano e dintorni! Se cercate un consiglio esperto sugli itinerari del Monferrato, Monfernot è un’associazione che unisce sport, cultura, e amore per il Monferrato.

Riferimenti: sito del Comune di Rosignano e fotogallery

Foto in copertina ASD Monfernot

Categoria: Arte&cultura
- REDAZIONE