Brachetto: il vino e l’uva

Il Brachetto è un vino del Piemonte dal sapore morbido e delicato, che si abbina bene ai dolci. In questo breve approfondimento scopriremo com’è il Brachetto e da quali colori, profumi e sapori possiamo riconoscerlo.

L’origine dell’uva Brachetto

L’uva Brachetto si coltiva quasi esclusivamente in Piemonte. L’origine dell’uva Brachetto si colloca tra le province di Asti ed Alessandria, in 18 comuni. Le zone dove è più coltivata sono quelle di Acqui, Strevi, Nizza e Calamandrana.
L’uva Brachetto è riconosciuta già in epoca romana. La leggenda vuole che Giulio Cesare, portasse in dono alla Regina Cleopatra, il vino ricavato dalla vite di Brachetto. Questo, considerato un nettare afrodisiaco, ha portato al Brachetto la nomea di vino dell’amore. E per lo stesso motivo è associato alla figura di San Valentino!

Il vino Brachetto deriva da un'uva dal gusto dolce, aromatico, leggermente tannico

L’uva Brachetto

Le caratteristiche dell’uva Brachetto

  • preferisce terreni bianchi, calcarei, e freschi; 
  • è un’uva dal gusto dolce, aromatico, leggermente tannico;
  • ha acini di media grandezza, rosso chiaro o violaceo scuro, molto ricchi di pruina; raggruppati in grappoli di medie dimensioni

Brachetto: il vino e le sue caratteristiche

Che vino è il Brachetto? Lo riconosciamo:

  • dal colore variabile: che va dal rosa tenue, al granato, fino al rosso rubino scarico o brillante
  • dal profumo intenso aromatico; con richiami fruttati di rosa, fragola, ciliegie, piccoli frutti rossi, e spezie
  • dal sapore morbido, elegante, delicato, avvolgente; con sentori di rosa, fragole, agrumi e spezie

Le denominazioni più importanti sono:

  • DOC Piemonte Brachetto
  • DOCG Brachetto d’Acqui
  • DOCG d’Acqui nelle versioni: tappo raso, spumante ,passito

Come si beve il Brachetto?

Il Brachetto si serve tra gli 11 e 12 gradi, o tra i 14 e i 16, a seconda del tipo. Si preferisce bere il Brachetto in abbinamento con aperitivi e dessert: è un vino che si beve in compagnia, in momenti di convivialità. Vi chiede cosa abbinare con il Brachetto? Perché non accompagnarlo con una fetta torta di Pum Marcun? O magari con un tipico bonet del Monferrato? Se invece preferite un aperitivo, potreste scegliere un aperitivo a base di friciulin piemontesi!

Per saperne di più sul Brachetto, per imparare a conoscere il vino e a degustarlo, vi segnaliamo l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino. ONAV organizza corsi per aspiranti assaggiatori, per tutti coloro che vogliono scoprire l’arte della degustazione. 16 lezioni teoriche e pratiche vi accompagneranno nel mondo del vino e dei suoi profumi e sapori!

Categoria: Food&wine
- GIANLUIGI CORONA - ENOLOGO

Gianluigi, colonna portante della sezione di Alessandria dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino (ONAV), di cui oggi è delegato provinciale, da oltre 30 anni dedica il proprio tempo libero alla raffinata arte della degustazione. Grazie a tanta esperienza maturata sia lavorando in cantina che seguendo corsi specializzati, Gianluigi è un punto di riferimento per tutti gli appassionati di enologia.