Coniolo: borghi in collina

Tra i campi dorati e verdi boschi, tra vigne e stradine di campagna, sorge Coniolo, piccolo borgo che offre uno dei panorami più belli di tutto il Monferrato. Dalla cima di un colle che sovrasta il fiume Po, nelle giornate di sole possiamo ammirare in lontananza tutto l’arco alpino. 

Coniolo dista un quarto d’ora di macchina da Casale Monferrato e poco più di mezz’ora da Alessandria.

La storia del Comune

A metà del XIX secolo Coniolo contava circa mille abitanti, il centro allora era spostato più in basso su una altura oggi disabitata. In un’epoca che stava per vivere la larga diffusione del cemento nell’edilizia, il Comune si scoprì ricco di marna, un minerale adatto alla produzione del cemento. Questo portò in breve tempo le attenzioni di imprenditori e lavoratori sul piccolo borgo, che divenne il centro di un’importante attività mineraria. Purtroppo gli scavi condotti in maniera sconsiderata finirono per causare importanti crolli fin nel centro del paese. Tanto che nel 1922 Coniolo Basso fu interamente abbandonato, compresi la chiesa e il castello.

Gli abitanti non si persero certo d’animo: tutto quanto vi era di utile nel paesino venne trasportato e usato nella costruzione di Coniolo Alto, il borgo monferrino oggi famoso per il suo panorama.

Cosa visitare a Coniolo in Monferrato

  • Il belvedere più romantico d’Italia: la piazza di Coniolo che affaccia sulle Alpi e sul Po è rinomata per gli innamorati che ogni anno si scambiano in questo luogo una dichiarazione d’amore. Il comune predispone addirittura una teca con tanto di rose rosse da usare all’occorrenza! Di qui il titolo di “più romantico d’Italia” per questo magnifico scorcio di Monferrato.
  • Coniolo Fiori: nel mese di Maggio, Coniolo di si ammanta di colori primaverili e si profuma della fragranza dei fiori. La fiera florovivaistica è una delle più conosciute in Italia e attira appassionati da tutte le regioni.
  • Museo etnografico delle Miniere: la storia di Coniolo è custodita presso il Palazzo comunale, dove il museo dedicato all’attività mineraria illustra la crescita e il declino economico del paesino. Tra cimeli e installazioni video, è possibile respirare l’atmosfera che un tempo permeava l’antico abitato di Coniolo Basso.
  • Una tappa per camminatori e cicloturisti: Coniolo è una tappa ideale per diversi percorsi che attraversano gli scenari monferrini dei dintorni; nonché un ottimo punto di arrivo se volete sostare e gustare i prodotti locali. Dal centro è anche facilmente raggiungibile il parco fluviale del Po, da cui partono i sentieri che costeggiano il fiume.
  • Per finire, come tanti borghi monferrini Coniolo vanta numerose testimonianze architettoniche di pregio. Tra queste le rovine dell’antico castello, sulla rocca Terrarascasso;  e la Parrocchiale dell’Assunta e di Sant’Eusebio di costruzione seicentesca.

Riferimenti: sito del Comune

Categoria: Territorio
- REDAZIONE