La gipsoteca Bistolfi di Casale Monferrato

A Casale Monferrato si trova una collezione d’arte unica nel suo genere: la gipsoteca Leonardo Bistolfi. Questa è una raccolta di opere d’arte che permettono di capire il processo artistico di Leonardo Bistolfi, importante artista monferrino.

Situata nei locali dell’ex convento di Santa Croce, sede del Museo civico, la collezione Bistolfi è oggi visitabile in modalità “deposito visitabile” all’interno della Sala delle Lunette, opportunamente arredata. Infatti, oltre ad alcuni lavori di restauro conservativo, studiosi e addetti del museo stanno inventariando la collezione.

Chi è Leonardo Bistolfi?

Uno dei maggiori esponenti del Simbolismo, Leonardo Bistolfi è uno scultore di origine casalese. Nato a Casale Monferrato nel 1859 Bistolfi ha attraversato diversi movimenti artistici negli anni: dagli esordi con la Scapigliatura, passando per un periodo di gusto verista, fino ad elaborare un linguaggio proprio. Lo stile dell’artista casalese unisce figura e simbolo in modo molto personale, e lo ha portato al successo tanto da ricevere numerose committenze private e pubbliche, molte di queste legate alla scultura funeraria e celebrativa.

In particolare sono famosi i monumenti celebrativi realizzati da Bistolfi per Giovanni Segantini, Giuseppe Zanardelli, Cesare Lombroso e Giosuè Carducci, oltre a numerosi ritratti e targhe commemorative.

Come nasce la collezione Bistolfi

La preziosa “Collezione Leonardo Bistolfi” è stata donata nel gennaio 2021 al Museo di Casale dalla signora Vanda Martelli vedova Bistolfi, e consiste in opere prodotte dallo scultore e da altri artisti a lui contemporanei.

Questo eterogeneo nucleo di opere d’arte di scultura, pittura e grafica hanno arricchito e completato la raccolta già presente in Gipsoteca, rendendola un luogo di alto valore culturale e artistico.
 
Nello specifico la donazione è composta da:

  • circa 250 opere di scultura principalmente in gesso, ma non mancano esempi di arte plastica in altri materiali particolari quali terrecotte, metallo, bronzo e plastilina.
  • una cinquantina di paesaggi dipinti su tavolette
  • 300 disegni (da minuscoli a grandi),
  • 35 taccuini di piccole dimensioni con schizzi, appunti, poesie e conti

Insomma tutti questi materiali permettono un’inedita ricostruzione della progettazione delle opere e della vita artistica di Bistolfi, permettendo al visitatore di sbirciare nella mente dell’artista.

Il Museo civico di Casale Monferrato

Il Museo Civico di Casale Monferrato è suddiviso in tre sezioni: la pinacoteca, la gipsoteca Bistolfi e la collezione Carlo Vidua. Insieme queste tre aree tematiche illustrano le caratteristiche storiche e culturali del Monferrato, grazie alle opere degli artisti che sono stati ispirati da questi luoghi, e le influenze che il territorio ha avuto sull’arte. Della pinacoteca, che raccoglie molti quadri di artisti nati o vissuti in Monferrato, avevamo parlato in questo articolo.

Il Museo inoltre organizza visite guidate su prenotazione e laboratori per approfondire le collezioni conservate, e il personale del museo è sempre a disposizione dei visitatori per fornire informazioni sulle opere esposte.

 

Orari:

Giovedì 8.30-12.30 / 14.30-16.30

Venerdì, sabato, domenica e festivi: 10.30-13.00 / 15.00-18.30

Per informazioni: 0142 444249

museo@comune.casale-monferrato.al.it

Categoria: Arte&cultura
- REDAZIONE