I luoghi sacri del Monferrato

Il Monferrato custodisce molti luoghi sacri, visitati ogni anno da fedeli che cercano emozioni particolari e vogliono ammirare la bellezza artistica e culturale.

Oltre alle famose mete di pellegrinaggio, ci sono tanti luoghi più piccoli e raccolti che possono regalare momenti di riflessione profonda. Una gita in Monferrato può essere anche l’occasione per visitare uno di questi luoghi, per ritagliarsi un attimo di pace e tranquillità dal caos della vita quotidiana

Il Monferrato meta di devozione

Le mete sacre presenti in Monferrato sono in gran parte di origini medievali, un periodo in cui la devozione cristiana era molto forte nel nostro paese. Alcune risalgono a un fatto miracoloso, che ha provocato tanto stupore e fermento nei fedeli da meritare la costruzione di un luogo dedicato. Tutte hanno delle caratteristiche speciali che le rendono uniche agli occhi dei devoti, luoghi speciali in cui fermarsi a riflettere.

I luoghi sacri del Monferrato da visitare

In Monferrato sono molti i luoghi dedicati al raccoglimento e alla preghiera, di seguito ve ne consigliamo alcuni:

  • Chiesa di San Francesco ad Acqui Terme: oltre ad essere una meta spirituale è ricca di storia e di eccellenze artistiche dell’epoca neoclassica, un luogo che suscita meraviglia e stupore negli occhi di chi lo osserva.
  • Santuario di nostra signora della Bruceta, a Cremolino: le origini sono legate a un fatto miracoloso, il ritrovamento di un dipinto della Madonna in perfette condizioni tra le ceneri di una piccola cappella bruciata nel medioevo. La chiesa ricostruita è meta di pellegrinaggi e celebrazioni.
  • Complesso monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo: realizzato per volontà di Papa Pio V, custodisce l’Adorazione dei Magi, opera di Giorgio Vasari
  • Sinagoga di Casale Monferrato: luogo di culto per la religione ebraica, la sinagoga di Casale è tuttora in uso, e durante l’anno vengono celebrate numerose festività ebraiche. L’edificio è uno dei più interessanti di Casale, apparentemente spoglio all’esterno, presenta degli interni riccamente decorati in stile barocco rococò piemontese.
  • Sinagoga di Alessandria: nel centro della città, una monumentale sinagoga costruita nell’800 per far fronte all’allargamento della comunità ebraica. Oggi conserva ancora un’aria solenne e grandiosa.
  • Chiesetta di Pozzo Sant’Evasio ad Alessandria: fondata secondo la leggenda nel luogo dove dal bastone del Vescovo Evasio era miracolosamente sgorgata una fonte d’acqua. Per secoli la chiesetta è stata il punto di partenza di un pellegrinaggio a piedi verso il Duomo di Casale.
  • Duomo di Sant’Evasio a Casale Monferrato: il monumento più antico della città. La chiesa è un interessante esempio di stile romanico-lombardo in Piemonte, riconoscibile dalla facciata a capanna decorata con monofore, bifore e trifore, e dalla struttura interna a cinque strette navate.
  • Sacro Monte di Crea: un santuario mariano patrimonio dell’Unesco, che unisce l’aspetto spirituale alla sacralizzazione del territorio. Il Parco del Sacro Monte permette di ammirare il paesaggio naturale circostante, in un’atmosfera raccolta e di preghiera.
Categoria: Turismo religioso
- REDAZIONE