La Sinagoga e i Luoghi di culto a Casale Monferrato

Santuari, chiese, monasteri, cappelle, chiese antiche popolano il Monferrato. In particolare la Sinagoga a Casale Monferrato, luogo in cui spiritualità, fede, religiosità popolare si riuniscono e formano un immenso patrimonio artistico. 

Si tratta di monumenti di fede, ma anche di arte, simbolo di importanti architetti, pittori e scultori che hanno lasciato nel tempo le tracce dell’evoluzione dell’uomo dal punto di vista tecnico, artistico e spirituale.
Infatti Casale Monferrato mette a disposizione innumerevoli meraviglie e capolavori del patrimonio culturale, storico e artistico della città.

Le Chiese a Casale Monferrato

  • La Diocesi di Casale Monferrato, comprende parte del Basso Monferrato e le province di Torino, Alessandria e Asti.
  • La chiesa di San Michele, con cupole affrescate e tele di Guglielmo Caccia, e Santa Caterina in stile barocco, hanno alle spalle più di 500 anni di storia. Infatti, la nascita di quest’ultima inizia proprio quando la Marchesa Anne D’Alençon dona alle monache domenicane di Santa Caterina da Siena il palazzo situato in Cantone Montarone.
  • Chiesa dell’addolorata, uno dei gioielli di Francesco Ottavio Magnocavalli, fu eretta con i proventi della Confraternita dei Disciplinanti nel 1723 e ultimata dall’architetto Giovanni Formiglia.
  • La chiesa di San Domenico, edificata nel 1500 circa, al cui interno si trovano tele di Pietro Francesco Guala, e San Filippo Neri in stile barocco, costituisce una delle opere più interessanti di Sebastiano Guala.
  • Il Duomo romanico, uno dei monumenti più antichi della città, racchiude varie preziosità. Ad esempio, il crocifisso del secolo XII, il Nartece con sollecitazioni d’arte armena e gli splendidi mosaici.

La Sinagoga Casale Monferrato

In particolare, di grandioso interesse è la famosa Sinagoga a Casale Monferrato. Edificata nel 1595, ha annesso il Museo d’Arte Ebraica, contenente pezzi unici di grande valore. Presenta una facciata esterna anonima a causa della necessità di difendersi dall’intolleranza religiosa. Per contro, l’interno barocco è ricco di dorature. Al suo interno è presente una mostra permanente di oggetti donati dalle famiglie ebraiche e dalle varie comunità piemontesi. É ricca di tessuti cerimoniali, pergamene e documenti storici, libri di preghiera e arredi sacri.

Riferimenti: Comunità Ebraica di Casale Monferrato

 

Categoria: Arte&cultura
- REDAZIONE