Torta di nocciole

La torta di nocciole, detta anche torta Cortemilla, è tipica dell’area del Monferrato poiché il suo ingrediente principale, la nocciola Tonda Gentile, è la pianta che cresce in ogni territorio di quest’area piemontese.

Nocciole del PiemonteLe nocciole sono quindi un vero e proprio vanto della pasticceria piemontese. 

Nel Cinquecento crescevano selvatiche tra le campagne e venivano raccolte per realizzare soprattutto polentine o pane. E la sua rilevanza aumentò in modo così spropositato da creare numerose sue varianti, talvolta diverse: alcune usano farina bianca mescolata a quella di mais, altre aumentano la dose delle nocciole ed eliminano la farina, altri ancora aggiungono caffè, rhum, latte, cacao oppure limone. 

Inutile e impossibile parlare della “autentica ricetta” perché sono tutte autentiche e appartenenti alla tradizione di famiglia. 

La ricetta della torta di nocciole


Qui di seguito proponiamo una ricetta della torta di nocciole, la più classica: pochi ingredienti, tanto semplici quanto buoni. 

  • Nocciola Tonda Gentile del Piemonte
  • Uova
  • Zucchero
  • Burro
  • Cacao e/o di miele, a seconda dei propri gusti

La consistenza è dura, piuttosto asciutta e molto friabile: tratti che rendono la torta di nocciole ideale da consumare con vini tipici come il Moscato d’Asti, il Brachetto d’Acqui o il Barbaresco. Un’altra sua caratteristica rilevante è l’assenza di farina 00: ottima quindi anche per chi ha problemi di intolleranze al glutine.

Categorie: Food&wine, Territorio
- REDAZIONE