La giardiniera in agrodolce alla piemontese

La giardiniera in agrodolce, o antipasto piemontese, è una ricetta della tradizione popolare a base di verdure sott’aceto. Famosa per il suo gusto agrodolce, è ideale come contorno saporito o come condimento per arricchire insalate di riso o pasta, ma si sposa molto bene anche con i salumi.

Perchè la giardiniera si chiama così?

Forse la giardiniera in agrodolce è chiamata in questo modo perchè i colori allegri e vivaci delle verdure possono ricordare un giardino fiorito in primavera.
Immancabile nei menù piemontesi, viene servita in tanti modi diversi, uno è il cosiddetto antipasto monferrino: presentata insieme a tonno sott’olio, uova sode, olive taggiasche e con una fetta di pane.
In Monferrato è diffusa anche una variante chiamata a volte cumposta o cumpostia, che ha la particolarità dell’aggiunta di salsa di pomodoro, capperi, noce moscata e cetriolini.
La giardiniera in agrodolce è semplicissima da realizzare in casa, si prepara a fine estate quando c’è abbondanza di verdure fresche e si conserva anche per un anno. Le verdure più utilizzate sono peperoni, carote, cavolfiori, cipollotti, fagiolini e sedano.

Ricetta per la giardiniera:
  1. Lavate bene la verdura e tagliatela a pezzettini.
  2. In una pentola unite 1 litro di l’aceto, 750 ml di vino, 450 ml di acqua, zucchero, sale, pepe e qualche foglia di alloro.
  3. Portate a ebollizione e poi aggiungete le verdure, facendole cuocere pochi minuti in modo che si mantengano fresche.
  4. Versate le verdure e il loro liquido di cottura in barattoli sterilizzati, facendo attenzione a creare il sottovuoto.
  5. Lasciate riposare i vasetti per almeno un mese in un luogo asciutto e buio, poi saranno pronti da gustare.
La giardiniera in agrodolce del Monferrato è in grado di soddisfare tutti i palati, dato che può essere realizzata con diverse combinazioni di verdure, con varie quantità di aceto o arricchita con spezie, in casi particolari anche con la frutta.

La giardiniera è un antipasto saporito e facile da prepare, ma sopratutto è una ricetta della tradizione genuina e naturale.

Categoria: Food&wine
- REDAZIONE